Cosa è l’RNG

admin 11/11/2020
Sending
User Review
0 (0 votes)
(0 voti)

Tra gli aspetti più discussi e per certi versi affascinanti delle slot-machine, c’è il principio di funzionamento che regola le vincite. Un principio basato su un concetto noto in gergo con l’acronimo di RNG ossia Random Number Generator. In pratica esiste un algoritmo che genera in maniera casuale i numeri, il che significa in parole povere che all’interno delle slot-machine viene implementato un software concepito appositamente per decidere se una determinata giocata sia vincente oppure perdente. Può sembrare una cosa banale ma ci sono tanti giocatori che stanno cercando di studiare ed approfonditamente le caratteristiche di questo software per cercare di capire come la slot-machine decide quando rilasciare la vincita oppure una perdita.

Numeri casuali oppure sequenza casuale?

Per approfondire la questione ed in particolar modo capire qual è il funzionamento che regola le slot-machine bisogna innanzitutto chiarire che non si può parlare di numeri casuali bensì di sequenze casuali. Questa confusione deriva soprattutto dal fatto che il termine RNG è stato tradotto in maniera letterale non contestualizzandolo. Infatti, in matematica e in statistica non ha senso parlare di numeri casuali bensì di sequenze casuali. Ad esempio, quando si lanciano i dadi, la sequenza di numeri che usciranno sono del tutto casuali in quanto il dado non valuta il successivo numero da mostrare. I dadi infatti non hanno memoria per cui il numero uscito non è influenzato dalle precedenti giocate (eventi equiprobabili). Questa caratteristica è essenziale per poter introdurre il concetto di casualità. Infatti è praticamente impossibile riuscire a prevedere quale possa essere il nuovo numero mostrato dai dadi in quanto non c’è alcuna correlazione con i precedenti lanci. Le slot-machine sono state progettate e realizzate proprio per simulare questo genere di comportamento proponendo giocate che, in qualche modo, non hanno memoria per cui sono del tutto casuali. Questa in estrema sintesi è il compito che viene affidato al software conosciuto con il termine RNG. Esso deve in qualche modo garantire l’aleatorietà delle combinazioni anche se, tuttavia, dovrà garantire comunque, nel lungo periodo, al casinò di avere profitto dalle giocate altrimenti sarebbe destinato alla chiusura. In altri termini, si può senza dubbio dire che le slot-machine vengono regolate da un software che genera la sequenza di numeri in maniera casuale con il vincolo di dover garantire nel lungo periodo al casinò un riscontro positivo tra giocate e vincite.

3 tipologie di generazione di sequenze casuali

Vengono utilizzate su tutte le slot machine tre differenti tipologie di RNG per la generazione casuale delle sequenze.

  1. HRNG (Hardware Random Number Generator) – Si tratta di un sistema fisico che permette di generare una sequenza in maniera casuale. I classici esempi di HRNG sono la monetina, i dadi oppure la ruota della roulette. Possono sembrare superati per concezione e per caratteristiche tecnologiche ma in realtà continuano ad avere il loro fascino e ad essere utilizzati nel mondo dei casinò.
  2. TRNG (True Random Number Generator) – È un sistema computazionale che permette di generare le seguenti in maniera casuale partendo da un evento effettivamente avvenuto. Insomma l’evento reale diventa una sorta di input per avviare la procedura per il calcolo di una sequenza casuale di numeri.
  3. PRNG (Pseudo Random Number Generator) – In questo caso si ha a che fare con un sistema computazionale che appare del tutto casuale ma che in realtà è basato su un seme predeterminato.

Pseudo Random Number Generator

Può apparire quasi come un controsenso il fatto che alla base delle slot-machine ci sia un software soltanto in parte casuale o quantomeno pseudo casuale. In realtà, nonostante ci sia un piccola evidenza dal punto di vista matematico che faccia pensare a questo genere di situazione, il software comunque elabora sequenze di numeri in maniera del tutto casuale e quindi non prevista a priori. Nel mondo dei casinò online viene utilizzato un algoritmo molto funzionale che viene conosciuto con il nome Fortuna.

Questo genere di algoritmo è stato ideato e progettato nel 2003 da Bruce Schneier e Niels Ferguson. La sua principale caratteristica è quella di generare le sequenze partendo da una chiave che in gergo viene conosciuta con il nome di seme. Ovviamente la chiave è tenuta segreta e viene modificata costantemente attraverso un meccanismo basato anche su una serie di input di casualità che arrivano da fonti non conosciute. Per mantenere segreta la chiave e quindi proteggere il sistema che genera le sequenze delle slot-machine evitando ogni genere di truffa, viene appositamente crittografato. Insomma con il sistema di pseudo generazione delle sequenze casuali si riesce ad ottenere un supporto estremamente solido e sicuro grazie alla sua struttura crittografata.

Certificazione e test

Ovviamente prima di essere messo in commercio un software di generazione di sequenze casuali utilizzato sulle slot-machine, deve essere sottoposto ad un’attenta fase di test che viene effettuata da una organizzazione indipendente alla casa costruttrice in maniera tale da poter rilasciare l’apposita certificazione prevista dalle normative. Vediamo nello specifico quali sono i due principali test che vengono effettuati sui software prima di concedere la certificazione.

  • Test Diehard – Comprende la bellezza di 13 test per un approccio che è stato intrapreso per la prima volta nel 1995 grazie all’intuizione di un famoso matematico americano di nome George Marsaglia. Questa serie di test hanno quale principale obiettivo quello di valutare le caratteristiche delle sequenze casuali ed in particolar modo verificare se queste dispongono delle proprietà tipiche dal punto di vista matematico.
  • Test Chi Quadro – Questo genere di test è ovviamente molto noto soprattutto per quanti studiano la statistica e la probabilità. In pratica il test va a valutare se, in una distribuzione di eventi, i vari valori non si discostano dalla probabilità attesa dell’evento stesso. Un classico esempio che si può fare del Test del Chi Quadro è quello che prevede la valutazione del lancio della monetina nel lungo periodo per verificare se è truccata o meno.

Al termine di questi test e di altri previsti dalla normativa, gli enti certificatori rilasciano la necessaria documentazione che, per l’appunto, attesta che le sequenze siano effettivamente casuali e quindi non truccate. Tra l’altro, per ogni file, viene pubblicato il cosiddetto md5sum per garantire e verificare che tutti i file in uso siano quelli autentici.

Certificazione ADM

Per poter acquisire la certificazione autorizzata dall’ADAM che prima veniva conosciuta con il termine di AAMS, occorre effettuare una valutazione specifica sull’algoritmo dell’RNG per appurare che non vi siano problematiche oppure tentativi di truffa. In parole povere, soltanto i giochi che hanno superato il test ottengono l’autorizzazione e quindi possono essere utilizzati dal pubblico. Ci sono alcuni aspetti salienti della certificazione che devono essere soddisfatti da tutti i casinò legali presenti sul territorio italiano.

Nello specifico le sequenze casuali di numeri generati dall’RNG devono godere delle seguenti caratteristiche:

  • statisticamente indipendenti
  • soddisfare e superare il Test del Chi Quadro per cui rappresentare una distribuzione uniforme
  • avere una affidabilità statistica con confidenza almeno pari al 95%
  • non essere prevedibili in alcun modo

In aggiunta sull’RNG devono essere previsti dei divieti su situazioni specifiche ed in particolar modo:

  • l’estrazione dei vari simboli previsti dalla specifica slot machine non possono essere influenzati da alcun genere di evento se non dei valori numerici generati dall’algoritmo
  • l’esito di una partita deve essere influenzato soltanto dei valori numerici stabiliti dall’algoritmo con l’unica eccezione prevista nel caso di Jackpot progressivi
  • l’algoritmo e quindi il gioco, non può escludere a priori alcune tipologie di esiti

Appare evidente dunque che la principale differenza tra un casinò legale che ha ottenuto la certificazione ADM e un casinò illegale, è che nel secondo caso si può fare i conti con una slot-machine che prevede un comportamento anche selettivo da parte dell’algoritmo per cui gli esiti possono essere influenzati in vario modo. Non a caso, alcuni casinò per stuzzicare i giocatori prevedono una maggior frequenza di vincite nel caso in cui ci si confronti con una modalità demo della sessione di gioco. Quando invece la giocata diventa reale, ecco che drasticamente la probabilità di vincita si abbassa. Come detto tutto questo non può avvenire nel caso dei casinò che presentano l’apposita certificazione, in quanto i flussi di gioco vengono gestiti in maniera casuale attraverso l’algoritmo RNG secondo le modalità che abbiamo descritto in questa guida.

85 Giri Gratis + 1000€ Bonus
40€ Gratis + 1000€ Bonus
25 Giri Gratis + 2000€ Bonus

Autore

admin /